Via Venezia 112, 25123 Brescia (BS)

Possesso di armi, il decreto entra in vigore: le novità

Ketty Riga- Fonte: © Sky TG24 14 settembre 2108 Tra i punti principali: l’aumento del numero di armi e munizioni che si possono detenere, la scomparsa dell’obbligo di avvertire i conviventi e l’estensione dei “tiratori sportivi”. Molte le polemiche D’ora in poi in Italia sarà più semplice acquistare armi e munizioni. È infatti entrato in vigore il decreto legislativo 104, pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 10 agosto, che modifica le norme sul possesso di un’arma e dei relativi permessi. Nell’emanare il decreto, il governo italiano ha dato attuazione a una direttiva europea (direttiva 17/853), diventando uno dei primi paesi...

Read More

Il giorno delle armi e le lobby gongolano: da oggi l’Italia è un po’ più Far West

  Stefano Iannaccone - Fonte: © AddioAlleArmi 14 settembre 2018 Una giornata storica per la lobby delle armi e per i pistoleri d’Italia: oggi, 14 settembre, entra in vigore il decreto che allarga le maglie sul possesso di pistole e armi di derivazione militare, per esempio il Kalashikov, meglio noto come Ak-47, e il fucile semiautomatico Ar15. Insomma, si celebra oggi il giorno delle armi a compimento di un’operazione politica, per rispettare il patto con le lobby armate, nonché un’opera di capovolgimento delle richieste dell’Unione europea: dalla maggiore tracciabilità di armi e munizioni, immaginata da Bruxelles, si è passati al via...

Read More

HIT Show, la fiera italiana delle “armi comuni”. Intervista a Piergiulio Biatta

Pierluigi Mele – Fonte: © Rainews24 - Confini 22 febbraio 2017 Si è da poco concluso “HIT SHOW” (11-13 febbraio), la manifestazione dedicata alla caccia, al tiro sportivo e alla “individual protection” che da tre anni si tiene presso la fiera di Vicenza. I promotori dell’evento hanno comunicato i numeri del successo: quasi 40mila visitatori, buyers da 14 paesi, un aumento del 17% del numero di brand, superficie espositiva ampliata sino a 37.500 metri quadri. Ma a far notizia sono state soprattutto le polemiche riguardo all’ingresso dei minori, sulle armi esposte e le attività che si svolgono in fiera. Ne parliamo,...

Read More

(AL)ITALIA – Emirati Arabi Uniti – 450 Giorni di guerra in Yemen

Brescia, 16 giugno 2016 Nei giorni scorsi alcuni illustri editorialisti hanno scritto, tra il sarcastico e l’indignato, sulle nuove divise dell’Alitalia, la cui proprietà si trova oggi nelle mani degli Emirati Arabi Uniti (EAU). L’Osservatorio Permanente sulle Armi Leggere di Brescia (OPAL) non ha condiviso per nulla i giudizi sommari, superficiali e liquidatori espressi da formule sprezzanti e parole gravide di pregiudizio come "Europa Saudita" o "il committente è musulmano e si vede" (sic!), come abbiamo letto su La Stampa. Per leggere la "certificazione" di ciò che accade quando un prodotto italiano finisce in alcuni paesi arabi suggeriremmo un altro tema...

Read More

Comunicato di OPAL: “Record dell’export di armi bresciane al Medio Oriente e all’Africa”

«Nonostante le reiterate rimostranze delle aziende bresciane, le esportazioni di armi non sono affatto in crisi e anzi trovano nuovi acquirenti nelle zone di maggior tensione interna e di conflitto», dichiara Piergiulio Biatta, presidente di OPAL. Esportazioni di armi bresciane sostanzialmente stabili nel 2013, ma in forte aumento verso le zone di maggior tensione del mondo come il Medio Oriente e l’Africa. Lo ha reso noto l’Osservatorio Permanente sulle Armi Leggere di Brescia (OPAL) che oggi, sabato 22 marzo con una conferenza stampa ha presentato in anteprima nazionale i dati dettagliati forniti dall’ISTATsulle esportazioni di armi dalla Provincia di Brescia. Scarica il PDF del...

Read More

Comunicato di OPAL: «L’azienda Beretta si rifiuta di ricevere una delegazione interreligiosa dagli Stati Uniti »

Nel Primo Anniversario della strage di Newtown L'azienda Beretta si rifiuta di ricevere una delegazione interreligiosa dagli Stati Unitii il vescovo Battista di Baltimora, Douglas I. Miles: «L'azienda Beretta può salvare vite umane, invece fa pressioni indebite sul mio Stato». Metro Industrial Areas Foundation ed Osservatorio Permanente sulle Armi Leggere invitano Mercoledì 11 dicembre 2013 alle ore 16.00 Conferenza per la Stampa  alle ore 20.45 Conferenza pubblica presso i Padri Comboniani - viale Venezia, 112 - Brescia L’11 novembre, a pochi giorni dal primo anniversario della strage di Newtown (14 dicembre 2012), sarà a Brescia una delegazione interreligiosa americana guidata dal vescovo della Chiesa Battista della...

Read More

Comunicato di OPAL: “Giocate pure alla guerra virtuale, ma non sparate sulla Croce Rossa!”

    Brescia, 22 ottobre 2013 L’Osservatorio Permanente sulle Armi Leggere di Brescia (OPAL) ritiene “inopportuna e controproducente” l’iniziativa del Comitato Internazionale della Croce Rossa (ICRC) di collaborare con le aziende produttrici di videogiochi che riproducono situazioni reali di guerra per introdurre nei videogames le regole di guerra e del diritto umanitario internazionale. Scarica qui il Comunicato di OPAL (Italiano) Click here to download the Press Release (English) Qui la rassegna della Stampa   Un recente comunicato diffuso dalla sede di Ginevra del Comitato Internazionale della Croce Rossa (ICRC), riporta che “ICRC ha iniziato a lavorare con gli sviluppatori di videogiochi di guerra così che i giocatori si...

Read More

Comunicato di OPAL: «Il gruppo Beretta sotto inchiesta in Finlandia»

Brescia 14 ottobre 2013 La denuncia viene dall'organizzazione non profit SaferGlobe Finland, che in un rapporto dal titolo “Cosa è stato esportato a chi?” (qui in finlandese in .pdf) ha messo sotto esame il sistema dei controlli sulle esportazioni di armi leggere e munizioni della Finlandia. Nel rapporto, la Beretta di Gardone Val Trompia è ripetutamente citata, e molti sospetti si sono concentrati sulla Sako Oy, azienda finlandese con sede a Riihimäki (Finlandia) che fa parte del gruppo Beretta, produttrice di fucili per sniper (cioè “da cecchino”) in dotazione alle forze speciali di numerosi paesi e in gara anche per rifornire i green...

Read More

Comunicato di Opal:«Le armi leggere hanno alimentato il conflitto in Siria causando oltre 93mila morti»

Brescia 28 agosto 2013 L’Osservatorio OPAL di Brescia denuncia l’ipocrisia della comunità internazionale che, dopo due anni di guerra civile in Siria con oltre 93mila morti e due milioni di sfollati, si accinge ora ad un intervento militare nel paese. Dovevano essere fermate prima anche le esportazioni di armi leggere che l’Italia – in particolar modo dalla Provincia di Brescia – e diversi stati europei hanno continuato ad inviare nei paesi confinanti con la Siria. Le armi leggere sono le vere “armi di distruzione di massa” che hanno alimentato il conflitto. Scarica qui il Comunicato di OPAL  Qui il servizio del TG LA7 Cronache sulla...

Read More

Comunicato di Opal:«Ministro Bonino, cosa deve succedere ancora in Egitto per sospendere l’invio di armi italiane?»

Brescia 27 luglio 2013 «Ministro Bonino, cosa deve ancora succedere in Egitto per sospendere l'invio di armi italiane?» (comunicato OPAL 27/7/2013) Leggi qui il comunicato di OPAL Qui il testo dell'interrogazione presentata alla Camera da Arturo Scotto (SEL), sulla base del nostro comunicato al ministro Bonino per le armi inviate in Egitto  (01/08/2013) Per il ministro Bonino «la situazione è ancora esplosiva» (1/8/2013) La Rassegna Stampa sul comunicato Tra le armi in dotazione ai militari egiziani anche fucili d’assalto della ditta Beretta. Tra i bossoli trovati lo scorso anno in piazza Tahrir anche quelli della Fiocchi di Lecco. «Ministro Bonino, cosa deve succedere in Egitto per...

Read More