Via Venezia 112, 25123 Brescia (BS)

di Monica Pinna - Fonte: © EuroNews 23 luglio 2021 En mai dernier, le conflit israélo-palestinien s'est de nouveau embrasé : pendant onze jours, Israël a mené 1500 frappes aériennes, terrestres et maritimes et les Palestiniens ont tiré 4000 roquettes. [...] "Le danger, c'est que nous, l'Italie, nous ayons fourni les avions utilisés pour attaquer les Palestiniens" Nous avons choisi d'enquêter sur les dessous de cette industrie en Italie, quatrième exportateur d'armes dans l'Union européenne. Que vend-elle et à qui ? Son industrie de la défense a refusé de nous répondre. Seuls les antimilitaristes nous ont parlé. Francesco Vignarca nous emmène voir...

Read More

Are European arms fuelling wars and conflicts worldwide?

di Monica Pinna - Fonte: © EuroNews 24 luglio 2021 [...] The Italian Defence Industry Italy is the fourth biggest weapons exporter in the EU. Its defence industry refused to talk to euronews about what and who they sell to, but anti-military activists were very vocal. Francesco Vignarca, a member of Rete Pace e Disarmo (The Peace and Disarmament Network), took us to an Aircraft and Aerospace Division Factory and Airport that produces and tests military planes. They are in Venegono in northern Italy and are owned by the company Leonardo. Before they belonged to Aermacchi. Italy's military aircrafts are made there.[...] Read...

Read More

After Italian bullets discovered in Myanmar, legislators focus on arms loopholes

Alessandro De Pascale - Emanuele Giordana - Fonte: © Il Manifesto 18 giugno 2021 The Livorno-based company Cheddite, at the center of the controversy over the cartridges with its brand name that were found in Myanmar in March, in places where clashes between the civilian population and the Burmese military coup had taken place, is still not responding to our requests for clarification. It’s the same with the Turkish company that owns the Yaf brand (ZSR Patlayici Sanayi A.S.), through which the Italian 12-gauge hunting cartridges are suspected to have arrived on Burmese soil. [...] Read the article Download the...

Read More

Proiettili italiani in Myanmar, ora bisogna «colmare il buco»

di Alessandro De Pascale, Emanuele Giordana - Fonte: © Il Manifesto 18 giugno 2021 Dopo il golpe. Il caso Cheddite e la possibilità di aggirare la legge con la scusa della caccia al cinghiale La ditta livornese Cheddite, al centro della polemica su cartucce col suo marchio ritrovate in Myanmar nel marzo scorso nei teatri di scontro tra popolazione civile e militari golpisti birmani, continua a non rispondere alle nostre richieste di chiarimenti. Stesso discorso per l’azienda turca che detiene il marchio Yaf (la ZSR Patlayici Sanayi A.S.), attraverso la quale si sospetta siano arrivate su suolo birmano le cartucce...

Read More

Armi ad Arabia ed Emirati, il governo toglie la clausola che ne vieta l’uso per la guerra in Yemen

Gianni Rosini - Fonte: © Il Fatto Quotidiano 7 luglio 2021 Il direttore di Uama, Alberto Cutillo, ha inviato alle aziende esportatrici una nota in cui si segnala che dal 30 giugno 2021 “non è più richiesta la clausola dell’end-user certificate rafforzato per le esportazioni” verso i due Paesi. Questo vuol dire che le armi esportate potranno essere usate anche nel vicino conflitto. Ma non missili e bombe, la cui esportazione rimane revocata. Una mossa, quella del governo, che ha lo scopo di riallacciare i complicati rapporti diplomatici con Abu Dhabi. Un allentamento delle restrizioni che una parte della stampa italiana ha...

Read More

Italia-Israele: inaccettabili esercitazioni militari e affari di armi

Giorgio Beretta - Fonte: © Unimondo 09 giugno 2021 “Inaccettabile e fortemente preoccupante: per questo chiediamo che l’esercitazione militare venga sospesa fino a quando non vi saranno informazioni precise al riguardo ed invitiamo il Parlamento ad interpellare urgentemente il Ministro della Difesa affinché renda conto dell’esercitazione in atto, delle finalità e delle ripercussioni sui processi di distensione nella zona mediorientale e sulla politica estera e di difesa dell’Italia”. La Rete Italiana Pace e Disarmo non usa mezzi termini per definire l’esercitazione militare “Falcon Strike 2021” in corso in questi giorni in Italia tra l’Aeronautica Militare Italiana, la US Air Force, la...

Read More

Il lungo viaggio delle armi

Paolo Andruccioli - Fonte: © Collettiva 3 giugno 2021   Export e industria della Difesa in Italia dopo la pandemia. Il ruolo delle banche e il nodo degli investimenti socialmente responsabili. Le campagne per la riconversione e le iniziative del sindacato In un Paese democratico le informazioni e la trasparenza sulle scelte delle aziende sono fondamentali per capire l’andamento di un settore strategico come quello della industria della Difesa e del sistema finanziario collegato. In questi anni si sono sviluppate varie campagne per lo sviluppo degli investimenti responsabili, mentre nel sindacato si stanno sperimentando forme di osservatori e analisi dei...

Read More

Export armi italiane e diritti umani violati

Evento Online di Rete Italiana Pace e Disarmo e Amnesty Trento MERCOLEDÌ 26 MAGGIO 2021 ALLE ORE 18:00 Ogni giorno, migliaia di persone sono uccise, ferite o costrette a fuggire dalle loro case a causa della violenza e dei conflitti armati.La maggior parte delle vittime nei conflitti armati sono civili. Armi come i missili distruggono ospedali, case, mercati e sistemi di trasporto. La vita delle persone viene distrutta. Il trattato globale sul commercio delle armi (ATT) è diventato diritto internazionale il 24 dicembre 2014. L’applicazione del trattato sul commercio delle armi implica, per ogni Stato che lo ha ratificato, l’obbligo...

Read More

L’Italia vende armi a Israele: ecco cosa c’entriamo col conflitto israelo-palestinese

Giorgio Beretta - Fonte: © Osservatorio Diritti 21 maggio 2021 Armi automatiche, bombe, razzi e missili, veicoli terrestri, aeromobili e poi ancora munizioni, strumenti per la direzione del tiro, apparecchi specializzati per l’addestramento e per la simulazione di scenari militari. C’è un ampio campionario dell’arsenale bellico negli oltre 90 milioni di euro di forniture di sistemi militari dall’Italia a Israele degli ultimi sei anni (2015-2020). Spiccano soprattutto quei 17,5 milioni di euro di autorizzazioni rilasciate nel 2019 nella categoria militare ML2 che comprende «bocche da fuoco, obici, cannoni, mortai, armi anticarro, lanciaproiettili e lanciafiamme militari»: quale tra questi è impossibile saperlo, vista la poca trasparenza delle...

Read More

Contratti militari tra Italia e Israele, adesso basta

Giorgio Beretta - Fonte: Il Manifesto 15 maggio 2021 Business armato. La campagna Banche armate chiede la fine degli affari di interscambio militare tra Roma e Tel Aviv. Dopo 20 anni di restrizioni governative, la svolta arriva con Monti nel 2012 e prosegue fino a oggi con uno scambio di armi, aerei e tecnologie. Un «salto di qualità». Così l’allora presidente del Consiglio, Mario Monti, nell’aprile 2012 definì l’accordo per la vendita a Israele di «velivoli d’addestramento» prodotti dalla Alenia-Aermacchi. Per vent’anni i governi italiani, pur mantenendo buoni rapporti diplomatici e commerciali con Tel Aviv, avevano messo in pratica una politica...

Read More