Via Venezia 112, 25123 Brescia (BS)

Troppe armi e pochi controlli, non bastano una visita e un certificato

Francesca Sabella - Fonte: © Il Riformista 6 novembre 2021 Nella nostra regione può succedere che una rapina finisca in tragedia e che qualcuno resti ucciso, ma ci sono più probabilità di morire per mano di una persona che detiene regolarmente un’arma che per mano di un rapinatore. Dal confronto dei dati Istat con quelli dell’Osservatorio OPAL emerge che nel triennio 2017-19 a fronte di 7 omicidi in tutta la Campania per furti o rapine ne sono stati commessi 11 con armi regolarmente detenute. Gran parte delle licenze per armi è rilasciata nella provincia di Napoli (42.660 licenze), e poi di Salerno (25.434 licenze), Caserta (23.407), Avellino (14.553 licenze) e infine Benevento (11.031 licenze) per...

Read More

Ercolano non è un fatto isolato

Giorgio Beretta - Fonte: © Il Manifesto 31 ottobre 2021 Non erano ladri e non stavano rubando. E, anche se stavano rubando, nessuna norma di legge permette di sparare ad un ladro che non stia minacciando qualcuno. Ma è successo l’altra notte a Ercolano (Napoli). Vincenzo Palumbo, camionista di 53 anni, vedendo un’automobile sospetta non lontano da casa è sceso in strada con la sua pistola, legalmente detenuta, ed ha esploso sei colpi contro la vettura, una Panda, centrando alla testa due giovani, Tullio Pagliaro (27 anni) e Giuseppe Fusella (26 anni), uccidendoli all’istante. Il camionista avrebbe poi telefonato ai...

Read More

Ercolano, scambiati per ladri e uccisi. “Colpa della propaganda di Fdi e Lega su legittima difesa”

Giovanna Sorrentino - Fonte: ©iNews24 30 ottobre 2021 “La propaganda di Salvini e Meloni secondo cui con la nuova legge “la difesa è sempre legittima” è falsa e ha effetti deleteri. Lo dimostrano già vari casi in cui legali detentori di armi hanno sparato e ammazzato”. Ai nostri microfoni Giorgio Beretta, analista dell’Osservatorio permanente sulle armi leggere (Opal) che fa parte della Rete Italiana Pace e Disarmo, mette in luce la facilità con la quale in Italia si ottiene una licenza per armi. Ieri, 29 ottobre, a Ercolano, in provincia di Napoli, un cinquantatreenne, con una pistola legalmente detenuta, ha...

Read More

Armi in casa con il colpo in canna: abbiamo un problema

Andrea Maggiolo - Fonte: © Today.it 25 ottobre 2021 Non è facile commentare notizie drammatiche come quella di San Salvatore Telesino, nel Beneventano. Un giovane 19enne è morto sparandosi con la pistola del padre dopo un rimprovero per essere rientrato tardi a casa. C'è un elemento importante da sottolineare: va rimarcato come l'attuale legge non preveda l'obbligo di tenere l'arma scarica e non accessibile ai familiari over 18 che vivono sotto lo stesso tetto del legale detentore. Le regole attuali stabiliscono invece che l'arma vada resa inaccessibile solo a estranei, minorenni, incapaci e tossicodipendenti. Esempio immediato: se la licenza per detenere...

Read More

Brescia, i porto d’arma sono più di 45 mila. Mille «negati»

Mara Rodella - Fonte: © Brescia.Corriere.it 18 ottobre 2021   In città da gennaio ci sono state 1.290 denunce d’acquisto I numeri, pur elevati, non danno comunque conto di quella che dagli addetti ai lavori viene definita «la grande diffusione della detenzione di armi» nella nostra provincia. Ma restituiscono un quadro chiaro, relativo alle licenze concesse per un porto d’arma. Le quali, chiaramente, non indicano quante — armi — per coloro che ottengano il via libera dagli uffici competenti. Il padre della ragazzina uccisa da un colpo partito per sbaglio dal suo fucile a San Felice, imbracciato per un attimo...

Read More

Referendum per l’abolizione della caccia: perché se ne parla così poco?

Andrea Maggiolo - Fonte: ©Today 18 ottobre 2021 C'erano otto fucili e due pistole nella casa di Roberto Balzaretti. Tutte le armi erano legalmente detenute. Un colpo accidentale, partito da un fucile che aveva il colpo in canna, si è portato via la figlia di 15 anni Viola. Il dramma di San Felice del Benaco, piccolo paese sul Garda, ha destato profonda commozione [...] Le armi in casa La tragedia riapre inevitabilmente il tema delle armi, da caccia in questo caso, tenute in casa. Le armi sarebbero state ritrovate dagli investigatori in varie parti della villetta, non è chiaro se ben custodite o meno. La prima regola di...

Read More

Quante armi ci sono nelle case degli italiani?

Chiara Pizzimenti - Fonte: © Vanity Fair 18 ottobre 2021 Una ragazza di 15 anni è morta nel bresciano a causa di un colpo accidentale partito da un fucile legalmente detenuto dal padre. Incidenti come questo accadono ogni anno, ma molti di più sono gli omicidi e i femminicidi compiuti con armi legalmente detenute. In Italia non esistono dati ufficiali su quante siano le armi nelle case, anche quelle con regolare licenza Un colpo accidentale partito da un fucile legalmente detenuto. È una disgrazia, un incidente quello che è avvenuto a San Felice sul Benano dove una ragazza di 15...

Read More

La lobby dei cacciatori che finanzia i sovranisti e non parla delle vittime della caccia

Gaetano De Monte - Fonte: © Domani 17 ottobre 2021 Daniela Casprini è la presidente dell’Associazione vittime della caccia e racconta a Domani che per questa attività di ricerca ha subìto negli anni diverse minacce. Spiega che «nell’ultima stagione venatoria sono state 61 le vittime». A una buona parte del mondo politico il mondo della caccia piace: «una forza sociale indispensabile alla campagna, portatrice dei valori espressi dalla ruralità e volano economico» la definiva una nota di Fratelli d’Italia nel 2018. Giorgio Beretta, analista dell’Opal, spiega a Domani «il problema della “zona grigia”, che si annida tra possesso legale e illegale di armi»....

Read More

L’arma legale del femminicidio

di Rita Rapisardi* – Fonte: © L'Espresso 28 settembre 2021 Ogni giorno ci sono omicidi, minacce di morte o reati da parte di chi possiede una pistola ottenuta facilmente con regolare licenza. Ma solo un numero resta costante: quello delle donne ammazzate. Giorgio Beretta: «È necessario togliere le armi da fuoco dalle mani dei potenziali assassini»   Ottantacinque donne uccise dall’inizio dell’anno, cinquantuno quelle uccise da mariti, partner o ex. Sono questi i numeri dei femminicidi in Italia. Undici solo nell’ultimo mese. Sono Dorjana Cerqueni, 60 anni, ammazzata con un colpo di pistola dal padre. Alessandra Zorzin, 21 anni, uccisa...

Read More

Licenza di uccidere

di Marianna Malpaga – Fonte: © Vita Trentina 26 settembre 2021 Secondo l’Opal, nel 2020 un femminicidio su quattro è stato perpetrato con un’arma legalmente detenuta Un femminicidio su quattro, nel 2020, è stato commesso con armi regolarmente detenute. “Un dato impressionante, perché solo un italiano su dieci tra la popolazione adulta possiede un’arma in casa”, spiega Giorgio Beretta, ricercatore e analista dell’Opal, l’Osservatorio Permanente sulle Armi Leggere e le Politiche di Sicurezza e di Difesa di Brescia, che ogni anno dal 2017 pubblica un database online nel quale vengono riportati tutti gli omicidi e i femminicidi compiuti con “armi...

Read More