Via Venezia 112, 25123 Brescia (BS)

Disarmiamo le guerre – Sosteniamo la pace

DIOCESI DI CREMONA  Giovedì 11 Aprile, ore 17.30 Presso il Centro Pastorale di Cremona via S. Antonio del Fuoco, 9/A "Va fermata questa folle corsa alle guerre e alle armi” Papa Francesco DISARMIAMO LE GUERRE - SOSTENIAMO LA PACE Fermiamo lo svuotamento della Legge185/90 sull'export di armi italianeInterviene: GIORGIO BERETTA (Osservatorio permanente sulle armi leggere e le politiche di sicurezza e difesa OPAL)  

Read More

Beretta a Fanpage: “Governo limita la trasparenza sull’export di armi a favore delle aziende produttrici”

A cura di Annalisa Girardi — Fonte: Fanpage In un’intervista con Fanpage.it, Giorgio Beretta – analista di Opal – denuncia come il governo stia modificando la legge sull’esportazione degli armamenti per “limitare i divieti, l’informazione al Parlamento e la trasparenza a favore delle aziende produttrici di armi”, reintroducendo “una sorta di “segretezza di Stato” dando al Parlamento e alla società solo poche e generiche informazioni su un business miliardario e che riguarda la sicurezza di tutti come l’export di armamenti”. Il governo di Giorgia Meloni sta mettendo mano alla legge che regola l'esportazione delle armi, con delle modifiche che secondo...

Read More

Disarmiamo la guerra sosteniamo la Pace

Domenica 24 marzo ore 18:00 - Finale Ligure Ingresso libero Ne parliamo con Giorgio Beretta Analista dell'Osservatorio permanente sulle armi e le politiche di sicurezza e difesa (OPAL) di Brescia e della Rete italiana pace e disarmo. Autore del libro: "Il Paese delle armi. Falsi miti, zone grigie e lobby nell'Italia armata" (edizioni Altreconomia)

Read More

“Disarmiamo la guerra, sosteniamo la pace”

Redazione – Fonte: ImperiaPost.it 22 Marzo 2024 Sarà presente Giorgio Beretta, analista del commercio internazionale e nazionale di sistemi militari e di “armi leggere” e dei rapporti tra finanza e armamenti. L’incontro ha una grandissima valenza sociale, politica e umanitaria in quanto l’umanità non è mai stata così vicina all’utilizzo di armi nucleari. Lo scorso anno la spesa militare mondiale ha raggiunto il massimo storico di 2.240 miliardi di dollari e i Paesi europei, tra cui l’Italia, stanno intraprendendo una nuova corsa agli armamenti. Ne parlerà Giorgio Beretta, analista del commercio internazionale e nazionale di sistemi militari e di “armi leggere” e...

Read More

L’Italia ha esportato “Armi e munizioni” verso Israele dopo il 7 ottobre. I dati dell’Istat

di Duccio Facchini — Fonte: Altreconomia  Contrariamente a quanto assicurato dal governo, l’export di “Armi e munizioni” verso Tel Aviv non è stato “bloccato” dopo l’inizio dei bombardamenti sulla Striscia di Gaza. Lo certificano le Statistiche del commercio estero aggiornate ai mesi di ottobre e novembre 2023. Le cifre, pur esigue, impongono chiarezza. Che l’esecutivo nega. Tra ottobre e novembre del 2023 l’Italia ha esportato “Armi e munizioni” verso Israele per un valore di 817.536 euro: in particolare 233.025 euro a ottobre e 584.511 a novembre. A certificare l’export sono le Statistiche del commercio estero periodicamente aggiornate dall’Istat, da ultimo a...

Read More

Armi italiane e trasparenza, ritorno al passato

di Chiara Bonaiuti - Fonte: Sbilanciamoci.info   L’Italia supera la Russia in export di sistemi d’arma verso Paesi aggressivi e repressivi e nello stesso tempo un disegno di legge governativo approvato dal Senato assesta un duro colpo alla trasparenza nel commercio di armi finora regolato dalla legge 185. L’Italia supera la Russia nell’esportazione di grandi sistemi d’arma a Paesi autocratici classificati come non liberi da Freedom House. Infatti le esportazioni di armi italiane a Paesi repressivi e aggressivi sono in costante ascesa nell’ultimo decennio con un’impennata negli ultimi due anni (2020-2022) proprio nel corso della guerra in Ucraina. E intanto...

Read More

Fiera EOS a Verona: Positivi passi dell’Amministrazione comunale per un salone fieristico limitato alla caccia e al tiro sportivo

“In uno scenario internazionale segnato da guerre e violenze, costante aumento della spesa militare e del commercio di armi e da false politiche della sicurezza assumono ancor più rilevanza le decisioni dell’Amministrazione comunale, di Veronafiere e dei promotori di EOS (European Outdoor Show) affinché il salone fieristico sia sempre più aderente alle finalità che annuncia e cioè sia una fiera dedicata esclusivamente alla caccia, al tiro sportivo, alla pesca, nautica e outdoor”. “C’è ancora da fare, ma valutiamo positivamente l’impegno dell’Amministrazione comunale di Verona per fare in modo che la manifestazione fieristica EOS (European Outdoor Show) sia sempre più aderente alle...

Read More

“Così il governo Meloni vuole nascondere il commercio di armi con Paesi in guerra e dittature”

Un disegno di legge riduce le informazioni sulle esportazioni e sulle coperture bancarie delle aziende che vendono materiale bellico. Giorgio Beretta (Opal) a Today.it: "Un favore alle lobby" di Fabio Salamida – Fonte: Today.it Un'iniziativa passata un po’ in sordina, ma che sembra tanto un favore alle lobby delle armi. È questo, in sostanza, il disegno di legge approvato dalla commissione Affari Esteri e Difesa del Senato, che contiene tre emendamenti che riducono gravemente la trasparenza della Relazione annuale al Parlamento sulle esportazioni dall’Italia di materiali militari, regolati dalla legge 185/90. Ne parla, a Today.it, Giorgio Beretta, analista dell'Osservatorio Permanente...

Read More

Armi italiane a Israele dopo il 7 ottobre: il governo non è trasparente

di Duccio Facchini - Fonte: Altreconomia Il governo italiano si rifiuta di dare informazioni precise su vendita ed esportazione di armi a Israele dal 7 ottobre 2023. L’Autorità nazionale Uama, ovvero l’Unità per le autorizzazioni dei materiali di armamento in seno al ministero degli Esteri, ha opposto infatti a metà gennaio un diniego totale alla richiesta di trasparenza avanzata tramite due accessi civici generalizzati da Altreconomia in merito sia al rilascio di nuove autorizzazioni all’esportazione sia alle esportazioni definitive di materiale d’armamento da Roma a Tel Aviv dall’inizio dei bombardamenti a tappeto sulla Striscia di Gaza. Lo stesso rifiuto ha riguardato anche la...

Read More

Il “no” del Papa a Leonardo: per le aziende italiane un business da 30 milioni con Israele per i sistemi militari

di Salvatore Frequente - Fonte: Il Fatto Quotidiano  Il “no grazie” del Vaticano alla donazione di un milione e mezzo di euro di Leonardo per l’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma, ha fatto storcere il naso al colosso industriale italiano. Un regalo “inopportuno” in questo periodo di guerra per la Santa Sede, proprietaria dell’ospedale infantile. I fondi sarebbero serviti per l’acquisto di una Pec Tac per i piccoli pazienti colpiti da malattie rare, ma il Vaticano ha fatto sapere di non poterli accettare: una scelta in linea con le numerose dichiarazioni di Papa Francesco contro l’industria militare. La società attiva...

Read More