Via Venezia 112, 25123 Brescia (BS)

La “zona grigia” delle armi in Italia

di Giorgio Beretta* – Fonte: © il Manifesto 12 settembre 2021 Recenti fatti di cronaca hanno riportato all’attenzione il problema della diffusione delle armi in Italia. Vi è una «zona grigia» da cui emergono femminicidi efferati come quello della giovane Vanessa Zappalà, uccisa lo scorso 23 agosto ad Acitrezza dall’ex fidanzato con un’arma illegale; ma anche tentati omicidi come quello commesso da un anziano che ha ferito gravemente il vicebrigadiere Sebastiano Grasso intervenuto per sedare una lite fuori dalla chiesa: secondo alcune fonti il revolver era regolarmente detenuto dall’anziano mentre, stando ad altre fonti, la licenza gli era stata revocata. Fino...

Read More

Armi: troppe licenze, pochi controlli

di Giorgio Beretta* - Fonte: © il Manifesto 5 settembre 2021 Prima dell’ultima sparatoria avvenuta ieri a Trieste, ad opera di criminali armati, un altro omicidio era stato commesso da un anziano, legale detentore di armi. Mercoledì scorso in periferia di Milano il 72enne Rocco Sallicandro ha ucciso a colpi di pistola un giovane di 34 anni, Francesco Spadone. L’anziano pare fosse infastidito dal barbecue del giovane insieme ad alcuni amici: l’uomo è sceso in cortile armato ed ha aperto il fuoco. Spetterà alle autorità inquirenti definire l’esatta dinamica degli eventi, ma un fatto è certo: nonostante i suoi 72...

Read More

Morire per mano di chi ha un’arma per uso sportivo

Andrea Maggiolo - Fonte: ©Today 2 settembre 2021 Un pomeriggio di inizio settembre. Periferia di Milano. Aveva 34 anni Francesco Spadone. E' stato ucciso ieri in un cortile condominiale, a colpi di pistola dal vicino di casa, il 72enne Rocco Sallicandro. Una banale discussione per il barbecue che la vittima stava facendo con un gruppetto di amici: l'anziano è sceso armato e ha aperto il fuoco. Dopo gli spari, i compagni del 34enne si sono avventati contro l'anziano, colpendolo con calci e pugni, per poi trasportare in auto  il ferito al pronto soccorso dell'Ospedale, San Paolo, dove è morto. L'omicida di...

Read More

Prende a pugni il giornalista e in casa ha armi legalmente detenute

Andrea Maggiolo - Fonte: ©Today 31 agosto 2021 Giorgio Beretta (OPAL) spiega a Today che l'aggressione a Giovannetti "dimostra per l'ennesima volta come persone propense alla violenza possono essere in possesso di armi. I controlli medici richiesti per il rilascio delle licenze sono troppo blandi". Pugni in faccia, minacce pesanti: "Ti taglio la gola". Protagonista è un legale detentore di armi. Tutto ok? Ieri è stato immediatamente identificato dagli agenti della Polizia di Stato il responsabile dell'aggressione ai danni di un videogiornalista, Francesco Giovannetti, nel corso di una manifestazione, svoltasi  dinanzi al MIUR, indetta dal Coordinamento Nazionale Docenti ATA per protestare contro...

Read More

Gli affari armati dietro alla “guerra permanente”

di Fancesco Vignarca* e Giorgio Beretta** – Fonte: © il Manifesto 20 agosto 2021 La missione militare in Afghanistan è stata un fallimento. Ma non per tutti. Non lo è stata per chi la lanciato l’offensiva militare e l’ha sostenuta per 20 anni: il complesso militare-industriale americano e i suoi alleati. Partiamo dall’andamento in borsa. Secondo un’analisi condotta da The Intercept, l’acquisto di 10mila dollari in azioni equamente divise tra i principali fornitori militari del governo Usa (Boeing, Raytheon, Lockheed Martin, Northrop Grumman e General Dynamics) effettuato il 18 settembre 2001 – giorno dell’autorizzazione di George W. Bush all’intervento militare in risposta...

Read More

Strage di Plymouth: Armi legali, servono maggiori controlli sulle licenze

Andrea Maggiolo - Fonte: ©Today 14 agosto 2021 L'assassino che a Plymouth ha ucciso 5 persone era un legale detentore di armi. "Nel Regno Unito è difficile ottenere una licenza per armi - commenta Giorgio Beretta - in Italia si può detenere un fucile come quello con una semplice licenza di tiro sportivo". Si torna a parlare di licenze per detenere armi legali date in maniera forse troppo "leggera". Non solo in Italia. Jake Davison, il 22enne che giovedì scorso a Plymouth (Regno Unito) ha ucciso cinque persone a colpi di pistola e poi si è suicidato, era in possesso di...

Read More

Ritorno alle armi

di Alessio Lerda - Fonte: © Cominciamo Bene, RadioBE 23 luglio 2021 INTERVISTA A GIORGIO BERETTA Il caso dell’uomo ucciso a Voghera da un assessore comunale riaccende il dibattito nazionale sul possesso di armi. Ne parliamo con Giorgio Beretta, di Opal e Rete Pace e Disarmo, per fare chiarezza sul fenomeno. Ascolta l’audio dell'intervista

Read More

Licenze facili e troppe armi in casa

Luca Liverani - Fonte: © Avvenire 23 luglio 2021 Niente test psichici o tossicologici. E la licenza per tiro sportivo concede 3 pistole, 12 fucili semiautomatici e un numero illimitato di doppiette. «Sono norme per l'industria, non per la sicurezza»   Norme troppo lassiste. Controlli all’acqua di rose per il rinnovo delle licenze. Nessun censimento affidabile del Viminale sulle pistole e sui fucili nelle case degli italiani. L’omicidio di Voghera riapre il dibattito sulle leggi che regolamentano il possesso e l’uso di armi da fuoco. Perché - secondo diversi analisti - rischiamo di avvicinarci al "modello americano", visto che già oggi...

Read More

Armi ad Arabia ed Emirati, il governo toglie la clausola che ne vieta l’uso per la guerra in Yemen

Gianni Rosini - Fonte: © Il Fatto Quotidiano 7 luglio 2021 Il direttore di Uama, Alberto Cutillo, ha inviato alle aziende esportatrici una nota in cui si segnala che dal 30 giugno 2021 “non è più richiesta la clausola dell’end-user certificate rafforzato per le esportazioni” verso i due Paesi. Questo vuol dire che le armi esportate potranno essere usate anche nel vicino conflitto. Ma non missili e bombe, la cui esportazione rimane revocata. Una mossa, quella del governo, che ha lo scopo di riallacciare i complicati rapporti diplomatici con Abu Dhabi. Un allentamento delle restrizioni che una parte della stampa italiana ha...

Read More