Via Venezia 112, 25123 Brescia (BS)

Legittima difesa: una riforma ingannevole e pericolosa

Giorgio Beretta - Fonte: © Amnesty International Italia 14 novembre 2019 ...Il rapporto Eures documenta inoltre che da diversi anni l’ambito familiare e di prossimità rappresentano il luogo di maggior rischio per l’incolumità e la vita delle persone, in particolare delle donne. Tra il 2000 e il 2018, hanno trovato la morte nell’ambito familiare 2265 donne, i tre quarti delle vittime femminili di omicidio. Nel 2018, ben l’83,4 per cento delle 130 donne assassinate in Italia è stata uccisa da un familiare, da un partner o ex partner. La famiglia è dunque un luogo pericoloso. A fronte di un consistente...

Read More

Armi da fuoco legalmente detenute uccidono più di mafia e rapinatori. Opal Brescia: “Sono le più usate per omicidi in famiglia”

Redazione - Fonte: Il Fatto Quotidiano 10 novembre 2019 È quanto emerge dalla comparazione tra i dati sui "delitti denunciati dalle forze di polizia all'autorità giudiziaria" pubblicati venerdì dall'Istat e il numero di omicidi con armi registrate elencati dall'Osservatorio permanente sulle armi leggere......Le armi legalmente detenute, nel 2018, hanno ucciso più di mafia e rapinatori. È quanto emerge dalla comparazione tra i dati sui “delitti denunciati dalle forze di polizia all’autorità giudiziaria” pubblicati venerdì dall’Istat e il numero di omicidi con armi registrate elencati dall’Osservatorio permanente sulle armi leggere (Opal Brescia). Nella tabella Istat si legge infatti che sia gli...

Read More

Database degli omicidi e reati con armi legalmente detenute in Italia

Vengono qui riportati gli elenchi per gli anni dal 2017 al 2020 degli omicidi compiuti in Italia con armi legalmente detenute e/o da legali detentori di armi. Si tratta di elenchi di chiara importanza perché le statistiche nazionali e internazionali sugli omicidi solitamente non distinguono tra quelli effettuati da malfattori e criminali pregiudicati che usano armi illegali e quelli compiuti da legali detentori di armi e/o con armi legalmente detenute. Gli elenchi sono in costante aggiornamento e verifica. 1) ELENCO DEGLI OMICIDI CON ARMI DETENUTE CON REGOLARE LICENZA NEL 2020  2) ELENCO DEGLI OMICIDI CON ARMI DETENUTE CON REGOLARE LICENZA...

Read More

Illegittima offesa – Gli omicidi in famiglia con armi da fuoco

Giorgio Beretta - Fonte: © La Rivista il Mulino 23 luglio 2019 Nei giorni scorsi, l’istituto Eures di Ricerche Economiche e Sociali ha pubblicato il Rapporto su caratteristiche, dinamiche e profili di rischio dell’omicidio in famiglia (qui la sintesi). Il rapporto merita attenzione non solo perché rappresenta la prima analisi in Italia dedicata specificamente a questo argomento, ma soprattutto perché inquadra, sulla base di un’ampia serie di dati statistici, l’omicidio famigliare nel contesto del fenomeno omicidiario a livello nazionale, ne riporta la dimensione e l’andamento negli ultimi venti anni (dal 2000), la caratterizzazione geografica e territoriale, esamina la relazione tra vittima...

Read More

La corsa alle armi facili significa solo più insicurezza: “Italia sotto tiro”

Andrea Maggiolo - Fonte: ©Today 19 luglio 2019  Più armi in circolazione sono una minaccia per tutti: "Servono maggiori controlli con visite specifiche e test più approfonditi" per le licenze, dice a Today Stefano Iannaccone, autore di "Sotto tiro. L'Italia al tempo delle armi e dell’illusione della sicurezza". Nonostante i numeri allarmanti, il tema armi fa fatica a restare al centro del dibattito pubblico Uno stillicidio pressoché quotidiano. Nei primi sei mesi del  2019 più di 50 persone sono morte in Italia per armi legalmente detenute: il dato tiene conto di omicidi, suicidi e incidenti. Un morto ogni tre giorni....

Read More

Emporio Armati

Edoardo Venditti, Mattia Giusto Zanon - Fonte: Il Manifesto 03 luglio 2019 . Alla Hit Show di Vicenza, la più grande fiera di armamenti italiana, un’enorme affluenza di visitatori intasa gli stand, ogni anno di più. S’impenna il numero di licenze rilasciate nel Paese per detenzione legale. E da nord a sud circolano 1,3 milioni di pistole. A far schizzare le statistiche è il permesso sportivo: +27% negli ultimi 3 anni Sempre in gruppo e per la maggior parte uomini. Camminano con sguardi rapiti, tutto luccica, tutto brilla, come in una gioielleria. È l’Hit Show di Vicenza – la più...

Read More

Illegittima offesa: la metà degli omicidi in Italia avviene in famiglia

Marco Magnano - Fonte: © Riforma 02 luglio 2019 L’ultimo rapporto EURES dedicato agli omicidi volontari nel nostro Paese racconta di episodi in calo ma di una sempre maggior insicurezza in famiglia. Il commento di Giorgio Beretta (Opal) Nel 2018 il 49,5% degli omicidi volontari commessi in Italia – 163 su 329 – sono avvenuti nella sfera familiare o in quella affettiva, una percentuale in costante crescita e che sembra confermarsi nei primi mesi del 2019. Si tratta di un dato al quale va aggiunto che due vittime su tre in famiglia sono donne (109, pari al 67%) e che...

Read More

L’illusione della sicurezza: ecco perché la difesa fai-da-te è la fine della civiltà

Direzione - Fonte: © L'Inkiesta 27 giugno 2019 La proliferazione delle pistole, la retorica dello Stato che non c’è, l’idea che sia legittimo farsi giustizia da soli: sono tutti elementi gonfiati ad arte per promuovere politiche e lobby. Ma che vanno a discapito della sicurezza del cittadino e della società. Un libro spiega bene perché   * Pubblichiamo un estratto del libro Sotto tiro: L'Italia al tempo della corsa alle armi e dell'illusione della sicurezza, di Stefano Iannaccone, edizioni People, 2019, con prefazione di Carmine Gazzanni e postfazione di Giorgio Beretta Mimmo Cortese, membro del consiglio scientifico dell’OPAL di Brescia,...

Read More

Armi in casa. Beretta (Opal): “Sono un grave pericolo. Necessaria una revisione della legge sulle licenze”

Giovanna Pasqualin Traversa - Fonte: © Agensir 18 giugno 2019 La vicenda del tabaccaio di Ivrea e quella dell’anziano che la notte tra sabato e domenica, in provincia di Napoli, infastidito dal chiasso è sceso in strada e ha sparato uccidendo il titolare di un chiosco e ferendo altre due persone confermano la pericolosità della detenzione, ancorché legale, di armi in casa. Per l’analista di Opal si rischia una sorta di "giustizia-fai-da-te" e occorre una revisione in senso restrittivo della legge sulle licenze Non si conosce pertanto il numero effettivo di quelle custodite legalmente nelle abitazioni dei cittadini, ma “fonti...

Read More

Tabaccaio di Pavone Canavese: la “legittima” difesa tra realtà e propaganda

Giampaolo Petrucci - Fonte: ©Adista 13 giugno 2019 Il tabaccaio legale detentore di armi, Marcellino Franco Iachi Bonvin, di Pavone Canavese (vicino Ivrea), che nella notte del 7 giugno ha sparato e ucciso il 24enne moldavo Ion Stavila, è indagato per eccesso colposo di legittima difesa. È il primo caso a balzare agli onori della cronaca dall’entrata in vigore della cosiddetta “legittima difesa”, legge bandiera della Lega e del ministro dell’Interno Matteo Salvini, votata da una larga maggioranza a marzo scorso e osteggiata dalla società civile pacifista e disarmista, che ha denunciato il rischio della proliferazione di armi tra i cittadini e...

Read More