Via Venezia 112, 25123 Brescia (BS)

Bombe made in Italy in Yemen, ecco perché Seafuture deve cambiare

  Giorgio Pagano - Fonte: © Città Della Spezia 22 luglio 2018 I caccia F15 della Royal Saudi force da anni sfrecciano nei cieli dello Yemen e sganciano bombe a pioggia. I raid si susseguono senza sosta. Partono dalle basi a sud di Riad. In pochi minuti raggiungono l’obiettivo, lo distruggono e tornano indietro. Una meccanica mortale, che costringe intere famiglie all’esilio. Una sigla incisa su una bomba fa di quel conflitto lontano una strage che ci riguarda da vicino: MK83, un modello prodotto da RWM Italia. Alle 3 di notte dell'8 ottobre 2016, un raid aereo condotto dalla coalizione...

Read More

Navi dismesse a peso d’oro: l’Italia vende la vecchia flotta anche ai regimi autoritari

Stefano Iannaccone - Fonte: © Addio Alle Armi 25 giugno 2018 Si è presentato con gli abiti del salone per la ricerca e l’innovazione, ma nei fatti si è trasformato in un momento per cercare contatti buoni con lo scopo di vendere le navi militari dismesse a chiunque. Compresi i Paesi che non hanno rispetto dei diritti umani e che sono in guerrA. Il Seafuture 2018 di La Spezia, terminato il 23 giugno, ha cambiato pelle rispetto al progetto iniziale, proseguendo una metamorfosi costante: ora la Marina Militare mette in mostra parte della vecchia flotta in cerca di acquirenti. Il...

Read More

SeaFuture, così l’Italia venderà navi ai regimi dittatoriali e in guerra

Carmine Gazzanni - Fonte: © Left 25 giugno 2018 Egitto, Turchia, Israele, Arabia Saudita, Qatar, Marocco, Angola. Paesi che non brillano per la tutela dei diritti umanitari. Paesi tutti invitati – e tutti presenti – a SeaFuture, il maxi salone che si è tenuto dal 19 al 23 giugno a La Spezia. Forse pochi ne sono a conoscenza, ma parliamo di un evento colossale, una sorta di “expo” dell’arsenale militare. Basti pensare che tra gli organizzatori c’erano Aiad (la Federazione delle aziende italiane per l’aerospazio e la difesa) e la Direzione nazionale degli armamenti del Segretariato generale della Difesa. E...

Read More

“Riconvertiamo Seafuture” incontra il ministro: “Primo positivo passo”

Redazione - Fonte: © Cittadella Spezia 23 giugno 2018 Il resoconto della riunione che si è svolta tra i membri del comitato che chiede un'impronta meno militare per la manifestazione e di non coinvolgere delegazioni di Paesi in guerra. La Spezia - Ieri, venerdì 22 giugno, il ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, ha incontrato presso il Circolo Ufficiali della Marina della Spezia una delegazione del comitato “Riconvertiamo Seafuture”. La delegazione era composta da Lorenzo Azzolini, Giorgio Beretta, Veruschka Fedi e Stefania Novelli. L’incontro, che si è protratto per oltre mezz’ora, era stato richiesto dal comitato per esporre al ministro le diverse...

Read More

«Per un mare di pace: riconvertiamo Seafuture!»

  Redazione - Fonte: © Riforma 21 giugno 2018  Un Comitato a La Spezia riunisce chiesa metodista, battista e avventista, insieme a diverse organizzazioni, sui temi delle migrazioni, del disarmo e della tutela ambientale. Si chiama «Riconvertiamo Seafuture!» il comitato nato a La Spezia di cui fanno parte la locale chiesa metodista, che ne ospita l’attività, le chiese battista e avventista, insieme a numerose organizzazioni (Caritas, Emergency, Rete italiana per il disamo, Osservatorio permanente sulle armi leggere e le politiche di sicurezza e difesa di Brescia) a livello cittadino e nazionale. Aderiscono infatti anche associazioni di Livorno, Lucca, Cascina, Acireale, Firenze, Roma....

Read More

Venghino, dittatori venghino. Navi militari in vendita ai regimi.

Carmine Gazzanni - Fonte: © La Notizia 19 giugno 2018   A La Spezia l’esposizione dell’arsenale Made in Italy. Tra gli acquirenti interessati pure Egitto, Arabia e Qatar Un vero e proprio usato militare “per la vendita delle navi dismesse dalla Marina militare”, come denunciato da Giorgio Beretta, analista dell’Opal (Osservatorio Permanente Armi Leggere). Da oggi aprirà i battenti SeaFuture 2018 presso l’Arsenale Militare Marittimo di La Spezia. Forse pochi ne sono al corrente, ma parliamo di un evento colossale. Organizzata da Italian Blue Growth (società che raggruppa diversi enti pubblici e fondazioni) con la Regione Liguria e in collaborazione con...

Read More

Seafuture 2018: a La Spezia navi militari offerte ai regimi autoritari

Giorgio Beretta - Fonte: © Osservatorio Diritti 18 giugno 2018 Seafuture 2018 si presenta ufficialmente a La Spezia come il salone della sostenibilità e dell'innovazione. Eppure, di fatto, si è trasformato in un salone dell'usato militare, dove la Marina Militare cerca di vendere navi dismesse. Senza andare troppo per il sottile sui potenziali acquirenti: tra gli invitati ci sono regimi autoritari di mezzo mondo. Un salone dell’usato militare per promuovere la vendita delle navi dismesse dalla Marina Militare. Il tutto spacciato con lo slogan della sostenibilità e dell’innovazione. È questo Seafuture 2018, l’evento che prenderà il via martedì 19 giugno all’Arsenale Militare Marittimo di La Spezia. La rassegna,...

Read More

Convegno “Per un mare di pace: riconvertiamo Seafuture” al Centro Allende

  Redazione - Fonte: © Città Della Spezia 16 giugno 2018   La Spezia - Il comitato “Riconvertiamo Seafuture!” promuove sabato 16 giugno dalle 17 alle 20.30 al Centro Allende alla Spezia il convegno “Per un mare di pace: riconvertiamo Seafuture”. “Il convegno - si legge in una nota -, che si aprirà con un minuto di silenzio per ricordare tutte le vittime dei “viaggi della speranza” nel Mediterraneo, intende porre l’attenzione ed approfondire numerose tematiche di rilevanza pubblica che non troveranno spazio all’interno del salone “Seafuture 2018”: dall’aumento della spesa militare italiana alle esportazioni irresponsabili di armamenti che alimentano guerre...

Read More