Via Venezia 112, 25123 Brescia (BS)

A proposito della rettifica richiesta dalla Teknel S.r.l.

Comunicato - Fonte: © Opal Brescia - © Rete Italiana per il Disarmo Brescia 31 maggio 2019 In merito alla richiesta di rettifica inviata dall’azienda Teknel S.r.l. di Roma a diverse testate giornalistiche in data 29 maggio u.s., L’Osservatorio permanente sulle armi leggere e le politiche disicurezza e difesa (OPAL) di Brescia e la Rete italiana per il disarmo intendono chiarire che l’unica difformità riportata nel comunicato diffuso il 27 maggio u.s. dalla Rete italiana per il disamo dal titolo “In arrivo a Genova altre navi-cargo saudite: manteniamo alta l’attenzione nei porti edestendiamola agli aeroporti”, riguarda la sigla “SMTS” che...

Read More

In arrivo a Genova altre navi-cargo saudite: manteniamo alta l’attenzione nei porti ed estendiamola agli aeroporti

Comunicato Stampa - Fonte: @Rete Disarmo Roma, 27 maggio 2019 La nave cargo saudita Bahri Yanbu è partita martedì scorso dal porto di Genova e, grazie alla mobilitazione dei lavoratori portuali, non ha caricato i materiali militari italiani destinati ai sauditi. Ma sono in arrivo altre navi simili della stessa compagnia: manteniamo alta l’attenzione nei porti liguri e chiediamo di estenderla a tutti i porti e aeroporti, soprattutto a Cagliari dove da anni vengono caricate le bombe della RWM Italia destinate alla coalizione guidata dall'Arabia Saudita. La nave cargo saudita Bahri Yanbu è partita martedì scorso dal porto di Genova...

Read More

Porti aperti alle navi che trasportano bombe?

Comunicato Stampa - Fonte: © Rete Disarmo 14 Aprile 2019 La nave saudita «Bahri Yanbu», carica di armi che rischiano di essere utilizzate anche nella guerra in Yemen, sta cercando di attraccare nei porti europei per caricare armamenti destinati alle forze armate della monarchia assoluta saudita. Dopo aver caricato munizioni di produzione belga ad Anversa, ha visitato o tentato di visitare porti nel Regno Unito, in Francia e Spagna, e dovrebbe attraccare nel porto italiano di Genova a partire dal 18 maggio prossimo. La nave partita dagli Stati Uniti, passata per il Canada prima di arrivare in Europa, ha come...

Read More

Export armi: dimezzate autorizzazioni, costante vendita. Destinatari sempre più fuori NATO ed EU

Fonte: ©Rete Italiana per il Disarmo 13 maggio 2019 Oltre il 70% delle licenze singole finisce a Stati non EU e non NATO: ai vertici della classifica dei Paesi destinatari troviamo Qatar, Pakistan, Turchia, Emirati Arabi Uniti. Finalmente pubblica la Relazione al Parlamento prevista dalla legge 185/90: l’export militare italiano si attesta su 5,2 miliardi di € di autorizzazioni e 2,5 mld€ di trasferimenti definitivi nel corso dell’anno 2018 Oltre il 70% delle licenze singole finisce a Stati non EU e non NATO: ai vertici della classifica dei Paesi destinatari troviamo Qatar, Pakistan, Turchia, Emirati Arabi Uniti. Germania e Regno Unito ai vertici...

Read More

Primi dati export armi del 2018 – Rete Disarmo: le forniture di bombe all’Arabia Saudita non sono state interrotte

Comunicato Stampa - Rete Disarmo 11 aprile 2019 Secondo le indiscrezioni di agenzia non confermate (il documento ufficiale non ancora presentato a Camera e Senato) sarebbero le licenze ad essere pari a zero nel 2018, non le forniture (che possono usare le autorizzazioni pregresse). Ancora un grave sgarbo istituzionale nei confronti del Parlamento. Un altro grave sgarbo al Parlamento che, in continuità con quanto avvenuto lo scorso anno, appare instaurare una prassi di comunicazione irrispettosa delle prerogative delle Camere, chiaramente incompleta se non volutamente distorta. Lo afferma Rete Italiana per il Disarmo a seguito delle anticipazioni diffuse oggi dall’agenzia ANSA...

Read More

Rete Disarmo: le forniture di bombe all’Arabia Saudita non sono state interrotte

Fonte: © Rete Italiana per il Disarmo 11 aprile 2019 Primi dati export armi del 2018 Secondo le indiscrezioni di agenzia non confermate (il documento ufficiale non ancora presentato a Camera e Senato) sarebbero le licenze ad essere pari a zero nel 2018, non le forniture (che possono usare le autorizzazioni pregresse). Un altro grave sgarbo al Parlamento che, in continuità con quanto avvenuto lo scorso anno, appare instaurare una prassi di comunicazione irrispettosa delle prerogative delle Camere, chiaramente incompleta se non volutamente distorta. Lo afferma Rete Italiana per il Disarmo a seguito delle anticipazioni diffuse oggi dall’agenzia ANSA riguardo...

Read More

Riparte l’azione NO F-35: “Governo e Parlamento non spendano 10 miliardi per nuovi caccia da guerra”

Comunicato Stampa – Rete Disarmo 11 aprile 2019 Presentate a Roma le iniziative della società civile contro la partecipazione italiana al programma Joint Strike Fighter.  Anche il Governo Conte ha sottoscritto contratti per la continuazione degli acquisti e nei prossimi mesi dovrà essere presa la decisione definitiva. In gioco fin da subito 3,7 miliardi che potrebbero arrivare a 10 (per solo acquisto). Se non si cambierà rotta. Le alternative possibili: welfare, lavoro, istruzione, diritti, ambiente. A dieci anni di distanza dal voto in parlamento (dell’aprile 2009) che aveva sancito la partecipazione italiana al progetto JSF è stata rilanciata oggi, in...

Read More

Legittima difesa, RID: “preoccupati per arretramento culturale e minaccia a sicurezza collettiva”

Fonte: © Rete Italiana per il Disarmo 28 marzo 2019 Presa di posizione a seguito della approvazione definitiva al Senato della riforma della cosiddetta “Legittima Difesa” L’approvazione in via definitiva di oggi al Senato della riforma della cosiddetta “legittima difesa” (Codice Penale, Articoli 52 e 55 e correlati) preoccupa fortemente le organizzazioni che fanno parte della Rete Italiana per il Disarmo che vedono in essa un arretramento legale e culturale ed un’ulteriore minaccia per la sicurezza collettiva. Tralasciando specifiche valutazioni di natura più strettamente giuridica (la nuova norma riconosce “sempre” proporzionale e quindi non punibile l’uso di un’arma legittimamente detenuta...

Read More

Rete Italiana per il Disarmo “compie” 15 anni: occasione di festa e rilancio

Fonte: ©Rete Italiana per il Disarmo - 19 marzo 2019 Si celebra oggi l’anniversario di fondazione di Rete Disarmo, che lavora ogni giorno alla costruzione della Pace attraverso percorsi di disarmo. Il lancio della RID avvenne il 19 marzo 2004 in Campidoglio a Roma. Quindici anni di mobilitazioni, azioni, campagne, analisi e approfondimenti di tutti i percorsi di Disarmo positivi e capaci di costruire la Pace. E’ quanto celebra oggi insieme a tutte le sue aderenti la Rete Italiana per il Disarmo che in questa data compie il proprio 15o anno di attività. La RID venne infatti fondata il 19...

Read More

Documento conclusivo del Convegno “Produzione e commercio di armamenti: le nostre responsabilità”

Comunicato Rete Disarmo 01 marzo 2019 In un momento di crescenti tensioni internazionali, di forte instabilità in numerose regioni, di conflitti che perdurano da anni e di nuovi focolai di guerra che stanno alimentando la ripresa delle spese militari e una rinnovata corsa agli armamenti, le realtà promotrici del Convegno “Produzione e commercio di armamenti: le nostre responsabilità” (Roma 1 marzo 2019) ritengono innanzitutto importante l'aver proposto all'attenzione pubblica, del governo e delle istituzioni la questione della produzione e dell'esportazione di sistemi militari italiani e di “armi leggere”. E' una questione che, ancor prima di riguardare ogni singolo attore, investe...

Read More